Fondo Impresa Femminile contributi a fondo perduto PNRR

Fondo impresa femminile

 

Soggetti ammissibili

Imprese femminili (intese come imprese a prevalente partecipazione femminile e lavoratrici autonome) di qualsiasi dimensione, con sede legale e/o operativa ubicata su tutto il territorio nazionale, già costituite o di nuova costituzione.

Incentivi per la nascita e lo sviluppo delle imprese femminili: le imprese femminili costituite da meno di dodici mesi e le lavoratrici autonome in possesso della partita IVA aperta da meno di dodici mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione. Possono presentare domanda, inoltre, le persone fisiche che intendono costituire una nuova impresa femminile.

Incentivi per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese femminili: le imprese femminili costituite da almeno dodici mesi e le lavoratrici autonome in possesso della partita IVA aperta da almeno dodici mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione.

Agevolazione prevista

Per la nascita e lo sviluppo delle imprese femminili contributo a fondo perduto per un importo massimo pari a:

– 80% delle spese ammissibili e comunque fino a euro 50.000,00, per i programmi di investimento che prevedono spese ammissibili non superiori a euro 100.000,00;

– 50% delle spese ammissibili, per i programmi di investimento che prevedono spese ammissibili superiori a euro 100.000,00 e fino a euro 250.000,00.

Per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese femminili, le agevolazioni assumono la forma sia del contributo a fondo perduto sia del finanziamento agevolato:

– per le imprese femminili costituite da non più di 36 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione, le agevolazioni sono concesse fino a copertura dell’’80% delle spese ammissibili, in egual misura in forma di contributo a fondo perduto e in forma di finanziamento agevolato;

– per le imprese femminili costituite da oltre 36 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione, le agevolazioni sono concesse come al punto precedente in relazione alle spese di investimento, mentre le esigenze di capitale circolante costituenti spese ammissibili sono agevolate nella forma del contributo a fondo perduto.

Il finanziamento, della durata massima di 8 anni, è a tasso zero e non è assistito da forme di garanzia.

Spese ammissibili

a) immobilizzazioni materiali: impianti, macchinari e attrezzature nuovi di fabbrica, purché coerenti e funzionali all’attività d’impresa, a servizio esclusivo dell’iniziativa agevolata;

b) immobilizzazioni immateriali, necessarie all’attività oggetto dell’iniziativa agevolata (spese per acquisizione di brevetti, le spese per acquisizione di programmi informatici e soluzioni tecnologiche);

c) servizi in cloud funzionali ai processi portanti della gestione aziendale;

d) personale dipendente, assunto a tempo indeterminato o determinato dopo la data di presentazione della domanda e impiegato funzionalmente nella realizzazione dell’iniziativa agevolata;

e) esigenze di capitale circolante (materie prime, sussidiarie, materiali di consumo, servizi di carattere ordinario, godimento di beni di terzi, oneri per garanzia per chiedere un anticipo del contributo) max 20% delle spese per nuove imprese, max 25% nel limite dell’80% della media del circolante degli ultimi tre esercizi per imprese esistenti.

Criteri di valutazione

Le domanda sono valutate secondo l’ordine di presentazione e secondo i seguenti criteri:

a) Adeguatezza e coerenza delle competenze del team imprenditoriale rispetto al progetto proposto;

b) Presidio del processo tecnico-produttivo (competenze tecniche);

c) Mercato di riferimento, vantaggio competitivo e strategie di marketing;

d) Fattibilità e Sostenibilità tecnico-economica del progetto imprenditoriale;

e) Impatto sociale, occupazionale, ambientale, valorizzazione del made in Italy e delle tradizioni/vocazioni produttive del contesto di riferimento.

C’è inoltre un punteggio aggiuntivo per i progetti ad alta tecnologia.

Presentazione

Avvio di nuove imprese femminili: la compilazione della domanda è possibile dalle ore 10:00 del 5 maggio 2022 e la presentazione a partire dalle ore 10:00 del 19 maggio 2022.

Sviluppo di imprese femminili già costituite: la compilazione della domanda è possibile dalle ore 10:00 del 24 maggio 2022 e la presentazione a partire dalle ore 10:00 del 7 giugno 2022.

Realizzazione progetto

In caso di ammissione all’incentivo l’impresa ha 24 mesi per realizzare il progetto.

 

Lo Studio è a disposizione per ulteriori chiarimenti

31/03/2022

 

Articolo consigliato: Migliorare le performance aziendali

 

Visiona i servizi offerti dallo studio:

Gestione contabile

Consulenza amministrativa, contabile e fiscale

Consulenza del lavoro e gestione paghe

Consulenza societaria

Consulenza contrattuale

Controllo di gestione, budget, analisi dei competitors

Consulenza finanziaria

Operazioni straordinarie

Ristrutturazioni e accordi stragiudiziali e giudiziali

Area giudiziaria e perizie

Comments are closed.